Spedizione gratuita a partire da 99 € Spedizione in 48/72H

Filtra Prodotti

Categoria

Prezzo

Produttore

Denominazione

Provenienza

Formato

Grado Alcolico

Rum
Il rum ha antiche origini che risalgono all'antichità, con bevande fermentate a base di succo di canna da zucchero sviluppatesi in India o in Cina. Un esempio di antenato del rum è il "brum", prodotto dai malesi migliaia di anni fa, menzionato anche da Marco Polo nel XIV secolo in Iran. La prima distillazione del rum avvenne a Londra nel XV secolo, utilizzando canne da zucchero indiane, e successivamente con canne provenienti dalle Americhe. Nelle Americhe, la prima distillazione avvenne nei Caraibi nel XVII secolo, quando gli schiavi delle piantagioni scoprirono che le melasse, sottoprodotto della raffinazione dello zucchero, potevano fermentare in alcool. Le prime versioni di rum caraibico non erano di alta qualità, come dimostra un documento del 1651 da Barbados che lo definisce "Rumbullion" o "Kill-Devil". La popolarità del rum crebbe nelle colonie statunitensi, con una produzione che divenne un'industria fiorente nel XVIII secolo. Il rum del Rhode Island fu accettato come moneta corrente in Europa, e le stime indicavano un consumo pro capite di 3 galloni imperiali all'anno prima della Rivoluzione Americana. Il rum era associato alla pirateria nei Caraibi e alla Marina reale britannica, che cambiò la razione quotidiana di brandy a rum nel 1655. La pratica del grog, una mistura di rum e acqua, fu introdotta per ridurre gli effetti dell'alcol sui marinai. L'associazione del rum con la pirateria fu enfatizzata da opere letterarie come "L'isola del tesoro" di Robert Louis Stevenson. La produzione di rum si diffuse anche in Australia coloniale, dove il "Rum Corps" controllava il commercio del liquore. La ribellione del rum nel 1808 a Sydney testimonia la sua importanza nella colonia del Nuovo Galles del Sud. Nel XIX secolo, il rum leggero dei Caraibi divenne popolare grazie agli sforzi di produttori come Facund Bacardí i Massó, fondatore della Bacardí y Compañía nel 1862. Il rum agricolo ottenne la denominazione AOC Martinica nel 1996. Il processo di fabbricazione del rum comprende diverse fasi. La canna da zucchero viene coltivata, raccolta e inviata per la macinazione. Il succo estratto può essere destinato alla produzione di zucchero o direttamente alla fermentazione, dando origine al rum agricolo. La fermentazione, che può durare da 24 ore a 15 giorni, trasforma il succo in alcol etilico. La distillazione separa l'alcol dall'acqua e seleziona gli aromi desiderati. Ci sono due tipi principali di alambicchi: discontinuo e a colonna. Il rum giovane, appena distillato, viene invecchiato in botti di quercia americana carbonizzate, acquisendo aromi e caratteristiche specifiche durante il processo. Durante l'invecchiamento, il rum perde alcol e può essere necessario rabboccare le botti. La fase finale è la miscelazione, in cui diversi rum con anni d'invecchiamento e caratteristiche diverse vengono mescolati per ottenere un prodotto standardizzato. La miscelazione può coinvolgere botti diverse e annate diverse, dando luogo a rum blended. Se un rum è di una sola annata e ha gli stessi anni d'invecchiamento, è chiamato millesimato. L'indicazione degli anni d'invecchiamento può variare tra i produttori e i paesi, con il termine "blended" per le miscele e "millesimato" per i rum di una sola annata. La standardizzazione delle regole potrebbe essere auspicata dagli esperti per tutelare i consumatori.
110 risultati
ESAURITO

    15,63 

    ESAURITO

      14,33 

      ESAURITO

        24,90 

        ESAURITO

          20,94 

          ESAURITO

            31,56 

            ESAURITO

              15,01 

              ESAURITO

                18,09 

                solo per te,
                SCONTO DEL 5%

                Resta sempre aggiornato sulle ultime novità, promozioni, sconti e tanto altro iscrivendoti alla nostra newsletters

                Lasciaci i tuoi dati e sarai ricontattato il prima possibile